Date Autoemoteca



Home Clicca qui sociale.corriere.it 04/08/2015
sociale.corriere.it 04/08/2015 PDF Stampa

Volontari Fidas attraversano a nuoto lo stretto di Messina: «Siamo in emergenza, donate sangue»

di Gianluca Testa-  Anche stavolta hanno teso il braccio. Non per donare una parte di sé (cosa che periodicamente sono abituati a fare nel corso dell’anno). Ma per avanzare a stile libero, metro dopo metro, verso la costa calabra di Cannitello, al di là dello stretto di Messina. Stiamo parlando della nona edizione della traversata della solidarietà organizzata da Fidas (Federazione italiana associazioni donatori di sangue).

La carenza di sangue, in estate, crea situazioni di disagio in tutta Italia. La sua mancanza – unita a quella di emocomponenti – sta mettendo a rischio le operazioni negli ospedali della Toscana. La stessa emergenza si presenta anche a Bari, dove sono stati rimandati a data da destinarsi interventi programmati a pazienti malati di tumore. Una situazione di criticità che coinvolge quasi tutto il paese.

«Vogliamo lanciare un appello unendo solidarietà e sport. Nel farlo, ci rivolgiamo in primo luogo ai giovani» ha detto nel giorno traversata Aldo Ozino Caligaris, presidente Fidas (che conta 74 associazioni, 17 federazioni regionali e circa 480 mila donatori).

«Desideriamo poter garantire ai cittadini la sicura e disponibile terapia trasfusionale per emocomponenti e medicinali plasmaderivati. La traversata dello stretto da parte dei donatori di sangue – aggiunge Ozino Caligaris – rappresenta ormai un appuntamento fisso per promuovere la cultura della donazione in un’estate che sta registrando situazioni critiche in diverse regioni».

Per raggiungere questo obiettivo, lo scorso fine settimana più di 120 volontari Fidas si sono dati appuntamento al sud. Per tutti è stata una giornata di festa. E prima di compiere a nuoto i tre chilometri e mezzo che separano la spiaggia messinese di Punta Faro da Cannitello si sono svolti anche tornei di beach volley, biliardino, ping pong. Non è mancato il match race in barca a vela.

Ma le iniziative estive della Fidas non finiscono qui: il 29 e 30 agosto si terrà infatti la “24 ore del donatore”. L’appuntamento è a Caldiero, in provincia di Verona, con l’ottava edizione della staffetta di nuoto “Memorial Carletto Lanciai”.

http://sociale.corriere.it/volontari-fidas-attraversano-a-nuoto-lo-stretto-di-messina-siamo-in-emergenza-donate-sangue-foto/