Date Autoemoteca



Home STORIA
La storia PDF Stampa

 

Da un primo nucleo di Donatori di sangue dell’A.I.L. (Associazione Italiana contro le Leucemie) si è costituita legalmente, nel 1992, l’A.D.S.P.E.M. (Associazione donatori di sangue per il paziente emopatico).

 

L’associazione è regolarmente iscritta al Registro Regionale del Volontariato e al Registro Comunale del Volontariato. Dal 1996 fa parte della F.I.D.A.S. (Federazione Italiana Associazioni Donatori di Sangue).

 

Opera presso il S.I.T. (Servizio di Immunoematologia e Trasfusionale dell’Azienda Ospedaliera Bianchi – Melacrino – Morelli di Reggio Calabria) con 3.093 donatori attivi, su un totale di 3.460 iscritti.

 

L’80% del sangue raccolto è utilizzato per i pazienti emopatici, in quanto il loro fabbisogno non si esaurisce con una sola trasfusione, ma richiede un’affannosa ricerca per la sopravvivenza. È per questo che spesso si è costretti ad importare sangue.

 

Ecco dunque l’attività dei volontari Adspem Fidas, costantemente impegnati in prima linea nella scrupolosa opera di:

 

-  diffusione della cultura della donazione del sangue;

 

- informazione della cittadinanza sulle problematiche trasfusionali;

 

- tutela della salute del donatore;

 

- trasformazione dei donatori occasionali in donatori periodici associati;

 

- controllo del buon uso del sangue.

 

Notevolissima è stata la crescita del numero di donatori periodici iscritti all’A.d.s.p.e.m. Fidas dal 1992 ad oggi, così come il numero delle donazioni. Da un nucleo attivo iniziale di circa 300 donatori, sono oggi oltre 3000 coloro che periodicamente effettuano una donazione di sangue.

 

Il 27% dell’attuale pacchetto donatori è formato da giovani di età compresa tra i 18 e i 28 anni, percentuale, tra l’altro, in costante ascesa. Questo è un dato positivo, dato che sono proprio le giovani leve a dover assicurare il ben noto ricambio generazionale, l’unico in grado di fornire speranza di vita a chi ne ha bisogno. Altri obbiettivi realizzati sono:

 

-          formazione di gruppi di donatori di plasma e piastrine;

 

-          formazione di gruppi e sezioni di donatori in provincia;

 

-          protocollo d’intesa con la Questura;

 

-          protocollo d’intesa con l’Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria;

 

-          costituzione del Gruppo Giovani A.d.s.p.e.m. Fidas;

 

-         campagne cittadine di comunicazione sociale: “A braccia aperte…un gesto   spontaneo: donare sangue!” (destinata agli studenti universitari); “La vittoria del dono…ridare vita!” (rivolta all’intera cittadinanza), "Tutti possiamo essere...supereroi!" (destinata agli studenti universitari e giovani). "Laurearsi in...donazione" progetto finanziato con la direttiva 2011 del Fondo Nazionale per il Volontariato, Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali.